Le origini e la missione

Schola nasce da un’idea: guardare oltre i confini dell’amministrazione comunale per lanciarsi nell’orizzonte delle forniture scolastiche. La visione è quella di Mario Zanella; e queste sono le tappe della sua storia.

 

 

Gli anni ‘50 e il lavoro dipendente

Schola (ri)sorge dalle ceneri della crisi post-bellica per diventare un simbolo di speranza.
Mario Zanella, ex-soldato reduce dalla prigionia in Libia, vuole iniziare una nuova vita e cerca lavoro.
Prova, insiste, percorre strade in salita: finalmente ottiene il posto fisso in una casa editrice e mette su famiglia con moglie e quattro figli.

 

 

Gli anni ’60 e l’azienda tipografica

Dopo anni di lavoro dipendente, Mario sceglie di creare qualcosa di suo: il progetto A.L.C.E. (Azienda Libraria Cartotipografica Editoriale) sbaraglia presto la concorrenza e diventa prima realtà veneta nella fornitura di stampati per le amministrazioni pubbliche.

 

 

Gli anni ’70 e la casa editrice Schola s.r.l.

Dalla modulistica per i comuni a quella per le scuole il passo sarà breve.
Nei primi anni ’70 l’ormai Cavalier Zanella cede ai figli il sacrificio di una vita per dedicarsi alla costruzione di un acquedotto in Africa. A.L.C.E. si arricchisce di nuovi spunti e nasce la Casa Editrice Schola S.N.C., dedicata esclusivamente alla fornitura di materiale didattico. Tempi ancora più recenti vedono il cambio di denominazione sociale in Schola s.r.l.

 

 

Gli anni 2000 e la sfida ScholaRES

Oggi Schola si rinnova con la scuola.
Il motto “Insieme verso il futuro” battezza la nascita di ScholaRES, registro elettronico in cloud pensato su misura per l’Istituto Comprensivo: una nuova sfida, accolta con entusiasmo.
La tradizione famigliare prosegue con l’ingresso in azienda di figli e nipoti abituati a lavorare in “digitale”.

ScholaRES non è il prodotto di una software-house che ha deciso di lanciarsi a capofitto sul mercato della scuola; ma il progetto di un’azienda storica che, da sempre, guarda al futuro insieme al suo cliente.